abcdesign99 srls - Raspelli Magazine

logo Raspelli
IL MAGAZINE DELLA BUONA ALIMENTAZIONE
Vai ai contenuti
CHI SIAMO
______________________________
il Dott. Edoardo Raspelli con l'editore Stefano Piavani e la moglie Giusy Facchetti
facchetti raspelli piavani
RASPELLI MAGAZINE nasce in collaborazione con il Dott. Edoardo Raspelli. È una creazione Abcdesign99 srls nata nel 1999 e dal 2014  opera nel mondo della comunicazione online ed editoria digitale.

RASPELLI MAGAZINE  è un progetto multimediale che rappresenta in un modo cortese e propositivo tutti gli aspetti di un settore dell’eccellenza italiana, la cucina in tutte le sue forme, dalla fornitura di materie prime alla ristorazione, fino all’utilizzo sulla nostra tavola. Vogliamo portarvi anche suggerimenti su quanto ruota intorno al settore FOOD, da quello che viene prodotto agli accessori, al design, agli strumenti, sia professionali, sia casalinghi. Vogliamo essere uno stimolo per i professionisti, per produttori e per appassionati di quest’arte millenaria che ci tramandiamo con orgoglio.

La Positività del nostro modo di comunicare renderà una piacevole lettura/visione delle pubblicazioni; si potranno conoscere ristoranti ed hotels attraverso l'eccezionale collaborazione del Dott. Raspelli con il suo indiscusso bagaglio culturale e la forte esperienza eno-gastronomica acquisita nella lunga e prestigiosa carriera professionale; conoscere nuovi prodotti, prodotti tipici, prodotti storici e nuove eventi della tradizione italiana.

RASPELLI MAGAZINE è un free-press, quindi consultabile gratuitamente da chiunque e facilmente condivisibile. Tutto questo è visibile e condivisibile da pc/tablet/smartphone senza alcun obbligo di registrazione o pagamento.
Stefano Piavani
"Vanitas, vanitatum, et ommia vanitas", cioè, "Vanità delle vanità, tutto è vanità": ma sì, lasciatemi dimostrare che a qualcosa sono serviti i miei sette anni di Liceo Classico (no: non sono mai stato bocciato; mi sono ritirato due volte a gennaio per esaurimento nervoso causato da quei terroristici insegnanti di allora). Visto che, come molti sanno, sono più vanitoso  che grasso (e comunque è una bella battaglia) come facevo dire di no davanti all'idea di Stefano Piavani?
Fare una pubblicazione con il mio cognome già nella testata? Ma nemmeno Indro Montanelli, Enzo Biagi, Giorgio Bocca, Dino Buzzati, Gaetano Afeltra, Egisto Corradi, Max David, Mario Robertazzi, Giovanni Spadolini, Cesare Lanza… tutti i maestri che, magari involontariamente, mi hanno allattato giornalismo mentre giovinotto salivo e scendevo le scale di via Solferino 28. Ho detto subito sì e mi sono ripetutamente fiondato nel centro di Romano di Lombardia (bassa bergamasca, terra dell'Albero degli Zoccoli, cuore della mia gola…) a veder nascere il mensile che state leggendo sul vostro telefonino o sul computer. Un mezzo "nuovo" per un giornalista, per un uomo che sulla carta stampata scrive da quando aveva 15 anni (oggi ho toccato i 70), un uomo che ogni giorno sfoglia le pagine di 8-9 quotidiani (o 16-18 ogni due giorni) ma che si è reso conto di quanto la carta, oggi, sia fragile, sempre più abbandonata davanti alle nuove tecnologie. Un giornale gratuito e che avrete la possibilità, la facilità, di avere sempre a portata di mano. Lo dice la testata stessa, RASPELLI MAGAZINE: vedete, vedrete, soprattutto, quello che riguarda me ed il mio lavoro: rileggerete i ristoranti e gli alberghi che frequento da "inatteso cliente qualunque pagante" (lo facevo nel 1975 in via Solferino 28, lo faccio tutte le settimane dal 1986 sul quotidiano di Torino La Stampa) e tutti gli eventi di cui sono conduttore o testimonial. Certo, sempre nella mia modestia, prima ancora di fare qualunque cosa ho l'abitudine di mandare in lungo ed in largo il relativo comunicato stampa ma, ovviamente, visto che non è pubblicità a pagamento, non vengono pubblicati tutti e sempre su carta né su Internet. Ecco che questo RASPELLI MAGAZINE sopperisce a tutto questo, appagando anche la curiosità del lettore. Nelle pagine che state vedendo ci sono anche altri servizi e rubriche: mi è particolarmente cara la ricetta di Maura Anastasia, per antonomasia "L'Amica degli Animali", che si dedicherà soprattutto al momento conclusivo di un grande pranzo. Del resto, già i latini dicevano:" Dulcis in fundo". Prosit.
Edoardo Raspelli
DICONO DI NOI ...

Testate e Mass Media dicono di noi ...
edoardo raspelli
1.
January
2.
January
3.
January
edoardo raspelli
Torna ai contenuti